Table of Contents Table of Contents
Previous Page  22-23 / 29 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 22-23 / 29 Next Page
Page Background

22

23

Museo Ardengo Soffici

e del ‘900 italiano

Poggio a Caiano

Il museo, situato nei suggestivi spa-

zi delle Scuderie della Villa medicea,

un

centro di esposizione e di studi

dedicato ad Ardengo Soffici, pittore,

letterato, poeta e saggista che ha at-

traversato il secolo a cavallo fra Otto e

Novecento lasciando un segno indele-

bile nel panorama culturale italiano e

internazionale.

Ardendo Soffici (1879-1964) ha esplo-

rato le fasi più diverse dell’evoluzione

stilistica e civile di un’Europa che dai

primi del Novecento agli anni Quaranta

è stata percorsa dalle più drammatiche

vicende e da imponenti cambiamen-

ti sociali. Partito dalla nativa Toscana

per Parigi nel 1900, tornò in Italia nel

1907 con un vasto bagaglio di rapporti

artistici, da Picasso, Max Jacobs e Bra-

que ad Apollinaire, riversando le nuove

concezioni del linguaggio sulle pagine

di quelle riviste alle quali collaborò,

come

La Voce

e in seguito

Lacerba

(1913-1915) che fondò insieme a Gio-

vanni Papini, punti di riferimento delle

più giovani energie nazionali.

Il museo Ardengo Soffici e del Nove-

cento italiano – inaugurato nel maggio

del 2009 - ospita una collezione di di-

pinti che bene rappresentano il percor-

so artistico di Soffici mentre una ricca

sezione documentale, contenente le

pubblicazioni e l’archivio della bibliote-

ca della critica, completa il percorso di

visita.

Il museo si sviluppa al primo piano

dell’edificio, originariamente Scuderie

della Villa fatta costruire da Lorenzo

de’ Medici e progettata nel 1470 da

Giuliano da Sangallo, con la pinacote-

ca che ospita in permanenza oltre

cin-

quanta opere pittoriche

e attraversa

l’intero arco del lavoro dell’artista: il

suo originale momento cubofuturista

(1911-1916), il contatto critico con il

movimento di

Valori Plastici

, e dal 1919

in poi quel “realismo sintetico” che egli

stesso indicò come insegna della sua

poetica rinnovata a contatto con la re-

altà dell’uomo e della natura.

Soffici fu un artista dal carattere eu-

ropeo, ancor più significativo per aver

mantenuto un profilo ben radicato con

la sua terra. Poggio a Caiano, comu-

ne nel quale Ardengo Soffici scelse

di vivere dopo il suo rientro da Parigi

nel 1907, gli ha prestato le forme del

panorama naturale e umano, fino all’i-

dentificazione del paese con l’interpre-

te. E così nelle sale sfilano davanti agli

occhi dei visitatori gli affetti familiari, la

mamma Egle, la moglie Maria, i figli e

poi le nature morte in stile futurista, le

colline, le strade, i campi, le case del

Poggio, i paesaggi che tanto hanno ca-

ratterizzato l’intera opera dell’artista.

Museo Ardengo Soffici e del ‘900 italiano

Via Lorenzo il Magnifico, 9

59016 Poggio a Caiano (PO)

Tel. 055 8701287 – 8701280

info

@ museoardengosoffici.it www.museoardengosoffici.it

Accessibilile

A pagamento

Foto

Visite guidate

su prenotazione

Parcheggio

pubblico

Attività didattiche

su prenotazione

Raggiungibile

con mezzi pubblici

Biblioteca

Sala Conferenze