Un instameet per scoprire e promuovere i musei della rete Ti porto al museo. E’ l’evento in programma per domenica 8 maggio, ma una seconda data è già prenotata per la fine di giugno, che porta un gruppo di instagramers pratesi in tour fra la variegata offerta culturale proposta dal territorio.

Stamani l’iniziativa è stata presentata con i contributi degli 8 musei della rete (Centro di Scienze naturali, Museo di Scienze Planetarie, Museo della Deportazione e Resistenza di Figline, Museo Casa Leonetto Tintori, Museo Archeologico di Artimino, Museo Ardengo Soffici, Museo della Badia di San Salvatore a Vaiano e MUMAT Museo delle macchine tessili di Vernio), rappresentati dagli assessori alla cultura di Vernio Maria Lucarini e di Poggio a Caiano Giacomo Mari, Marco Morelli, Sergio La Porta, Camilla Brunelli e Adriano Rigoli insieme a Francesco Rosati, fondatore di instagramers Prato e Giada Ciompi, sponsor dell’iniziativa.

Come comunicare al meglio l’arte, la scienza, la storia, il patrimonio culturale del nostro territorio? Le istituzioni aderenti alla rete Ti porto al museo hanno deciso di farlo ospitando un Instameet, organizzato in collaborazione con Instagramers Prato, la comunità locale di amanti del territorio pratese e appassionati di fotografia digitale.

Sfruttando il racconto emozionale delle immagini degli igers puntiamo a coinvolgere un pubblico più ampio e diversificato possibile – hanno sottolineato d’accordo i rappresentanti dei musei – L’aspettativa è di farci conoscere ulteriormente e tradurre in visitatori reali quelli virtualmente attratti dal patrimonio delle nostre collezioni.”

locandina_INSTAGRAMERS 2In ciascuna sede gli igers pratesi scriveranno infatti la loro storia, fatta di fotografie, che racconta i musei secondo il loro personale punto di vista. Racconto che sarà poi possibile ‘leggere’ su Instagram, ma non solo, anche sui social collegati come twitter e facebook, con l’hashtag #8museiprato2016 e #tiportoalmuseo oltre al tradizionale #igersprato.

Qualche informazione su chi sono i partecipanti la anticipa Rosati: “Nel gruppo ci sono una decina di iger che raggiungono circa 1000 interazioni l’uno per immagine, altri due o tre ne raggiungono anche tremila.”

Sul bus navetta di Ti porto al museo prenderanno posto circa 40 partecipanti, pronti a condividere le esperienze fra le piccole, ma particolari e di grande qualità, realtà museali locali. Il via è previsto alle 9 dalla fermata ‘Ti porto al museo’ di piazza del Mercato nuovo. Le date per gli instameet dicevamo sono due, dopo la prima di domenica 8 maggio nella quale saranno visitati il Museo della Badia di San Salvatore a Vaiano, Museo Casa Leonetto Tintori, Centro di Scienze naturali, Museo Ardengo Soffici e Museo Archeologico di Artimino, quella successiva a luglio vedrà il coinvolgimento del Museo di Scienze Planetarie, MUMAT Museo delle macchine tessili di Vernio e Museo della Deportazione e Resistenza di Figline.

La partecipazione è gratuita, il pranzo a sacco è offerto dagli sponsor Hubic Marketing e To Wine. I partecipanti devono avere un account Instagram pubblico, è necessario registrarsi su https://www.eventbrite.it/e/biglietti-ti-porto-al-museo-8museiprato2016-24804186991

Ti porto al museo è un progetto di rete promosso e sostenuto dalla Provincia di Prato e dalla Regione Toscana con la collaborazione di Cap autolinee.