Fine settimana di occasioni da cogliere al volo con il trasporto gratuito e la visita guidata in quattro realtà museali del territorio. Sabato 28 maggio (ore 15) partirà infatti la navetta per il Centro di Scienze naturali che dopo la visita accompagnerà i visitatori al Museo delle macchine tessili di Vernio. Domenica 29 maggio ancora un doppio appuntamento (sempre alle 15) con il Museo archeologico Nicosia di Artimino e il Museo di scienze planetarie.

Gli abbinamenti proposti consentono di approfondire alcune tematiche che legano le quattro realtà del territorio. Sabato infatti al Centro di Galceti sarà possibile osservare le piante tessili e quelle tintorie mentre al Mumat si potrà scoprire la storia di un tessuto attraverso l’esplorazione tattile delle lane nei vari processi di lavorazione (pulitura, cardatura, filatura, tessitura), oltre alla visita dei relativi macchinari impiegati. Con l’occasione al Mumat sarà possibile anche visitare l’allestimento temporaneo Opere Aperte 02. Intrecci e Grovigli, un progetto a cura delle associazioni Momo e Anna, che intende “aprire” gli oggetti conservati nel museo collegandoli alla memoria del territorio, all’esperienza delle persone e a progetti di arte contemporanea legati alle tematiche del ricordo, del tessile e del lavoro.

Filo conduttore del pomeriggio di domenica sarà invece l’intreccio tra storia e scienza. Un percorso avvincente che prende avvio al Museo Archeologico dove saranno illustrati alcuni aspetti della civiltà etrusca partendo dalle testimonianze restituite dal territorio. Alcuni straordinari oggetti dalla necropoli di Comeana attestano che quest’area, a partire dal VII secolo a.C., era inserita in un ampio circuito di scambi commerciali e culturali che coinvolgeva le sponde orientali del Mediterraneo. Per effettuare i loro viaggi in mare, anche gli Etruschi, come altre civiltà del passato, hanno utilizzato le loro conoscenze sui moti del Sole e sulle costellazioni. Al Museo di Scienze Planetarie questa tematica verrà sviluppata con la visita guidata alle collezioni del museo alla quale seguirà anche un’attività di laboratorio dove adulti e ragazzi si cimenteranno con esperienze interattive dedicate alle scienze planetarie.

Per partecipare non è necessaria la prenotazione, il trasporto è garantito fino a esaurimento posti, sono esclusi i costi di ingresso al museo dove previsti.

INFO 0574 534231- prato.tiportoalmuseo.it